4.jpg

   

        

logo_s

Attenzione! Qui c' PDF Stampa E-mail
Scritto da suor Renata Czoboda   
Martedì 10 Febbraio 2009 18:08
http://www.suorecappuccine.org/home/images/stories/mveronica.jpg

Sarebbe? Serva di Dio Madre Veronica Briguglio (1870-1950), Fondatrice delle Suore Cappuccine del Sacro Cuore. Nata e vissuta in Sicilia, a Roccalumera in provincia di Messina, nelll'epoca quando la donna non contava molto. Pensate che a quei tempi la donna non poteva neanche votare...
Ha conosciuto la durezza della vita povera, di conseguenza ha sperimentato il lavoro minorile, già a 10 anni ha cominciato a lavorare in una filanda. Di conseguenza non ha avuto la possibilità di studiare, ma questo non le vieta di sognare, di pensare a un futuro migliore… secondo il progetto di Dio. Il suo cuore di giovane donna le permette di lasciarsi guidare per mano, dove e come vuole Lui, anche quando non accolta in un monastero di clausura deve cercare altre strade di consacrazione in un istituto di vita attiva. Dentro di lei rimane vivo il desiderio di contemplazione e di unione profonda con Cristo. E così ogni sua azione è preceduta dalla preghiera. Solo per questo ha potuto percepire la voce di Dio che le chiedeva di fondare una nuova famiglia religiosa insieme con il Servo di Dio Francesco Maria Di Francia. Bisogna avere chiaro che fondare un istituto per una donna e fare in modo che vada avanti, a quell'epoca di fine ottocento e inizio novecento, era una vera e propria sfida. Madre Veronica ha dimostrato di essere una donna forte, che non si arrende, ama, crede e spera anche nei momenti delle prove più dure. Le sue parole: “Io e tutte le suore continueremo a confidare nel Cuore di Gesù, perché Egli solo sarà la nostra salvezza.” ne danno la conferma. Madre Veronica è stata una donna del suo tempo, ma non si è lasciata condizionare dalla mentalità di quell’epoca. La sua libertà di spirito dovuta alla continua ricerca della volontà di Dio le ha permesso di superare tanti schemi. Il suo essere donna ha trovato la piena espressione nella maternità spirituale. Nei confronti delle suore, delle bambine orfane, dei poveri, è stata attenta e delicata. Il senso materno è stato per Veronica il modo naturale per esprimere agli altri quell'amore che lei riceveva da Dio. Nel suo quotidiano sapeva incarnare nello stesso tempo la tenerezza e la concretezza. Ѐ stata una suora che privilegiava la povertà, ma per lei essere povera significava soprattutto lasciare spazio nella propria vita a Dio, perché Lui potesse operare. E infatti Gesù operava in lei e tramite lei, specialmente quando Veronica con la sua perspicacia interiore si accorgeva dei bisogni dei poveri e li soccorreva. Madre Veronica è stata una suora autentica, ha realizzato in pieno la sua maternità, è stata una donna vera.