1.jpg

   

        

logo_s

Signore, amante della vita! PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 10 Febbraio 2009 20:22

vita

 

ROMA Punti di vista contrari, opinioni divergenti, interventi controversi riguardo al tema della vita, valore fondamentale della persona umana e nonostante così esposto alla fragilità e all’incertezza. Di fronte alla vicenda di Eluana Englaro, tutti ci sentiamo scossi e impotenti!


In questi giorni la prima lettura dell'Eucaristia ci propone i racconti della creazione del mondo e dell'uomo e ci presenta Dio creatore decisamente "amante della vita", Lui sta dalla parte della vita, ha dato il via alla storia dell'umanità, creando persone vive, dotate del suo stesso soffio vitale (Gen 2,7). 
E proprio la vita dell'uomo è; considerata un soffio, che non cessa di dipendere da Dio (Sal 104,28ss), il quale fa morire e fa vivere (Deut 32,39) e interviene nella storia,  per un secondo atto:;salvare la vita. E' questo binomio di vita e salvezza, più che di vita e creazione, ad occupare quasi tutto lo scenario biblico, in particolare il NT, con al centro la figura di Gesù.
Salvare la vita non è ripetizione del creare la vita ad immagine e somiglianza di Dio, ma piuttosto comporta un ri-creare la vita con inedite risorse. Cioè, Dio nella rivelazione biblica, alla vita dell'uomo, umiliata e ferita da male fin dagli inizi della storia, intende far dono di una vita liberata e felice. Per questo conferisce alla vita umana, naturale, una qualità soprannaturale, una vita più; prossima alla sua di Dio; costituendo l'uomo suo figlio adottivo (Rom 8,14-17), rendendolo partecipe della natura divina(2Pt 1,4). Vi è dunque un salto di qualità nel modo dei cristiani vedere la vita, cioè il proprio essere vivi.

Certamente, di fronte al mistero della sofferenza e della morte, chi ha autorità di parlarne? 
Tutti dinanzi a queste realtà siamo fragili, deboli, vulnerabili.
Chiediamo al Signore di farci riscoprire il senso e la gioia della vita perché noi, che sentiamo sulla nostra pelle la carezza del  Dio-Creatore, possiamo difendere e custodire l'esistenza, vivendola e rispettandola con la dignità che abbiamo di figli di Dio.