1.jpg

   

        

logo_s

Raggiunti dall'amore PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 14 Febbraio 2009 03:28

Dio è amore

La tradizione ci propone, nella memoria di San Valentino vescovo e martire, lo scambio di auguri tra gli amici, i fidanzati e gli sposi, perché secondo la leggenda, un giorno il vescovo, passeggiando, vide due giovani che stavano litigando ed é riuscito ad ispirare amore ai due giovani facendo volare intorno a loro numerose coppie di piccioni che si scambiavano dolci effusioni di affetto.

In realtà, per essere patrono degli innamorati, basterebbe il fatto che Lui, spinto dal suo amore coraggioso e leale per Cristo, fu incontro al martirio quando gli si chiedeva di abiurare la fede.
Da questa festa vogliamo prendere spunto per una piccola riflessione sull’amore, energia che rende grata la nostra esistenza, che colora le nostre giornate e ci spinge alla donazione.
L’amore è al centro della vita cristiana, é l’elemento più importante e specifico di essa. Non possiamo dimenticare però, che noi amiamo perché siamo stati raggiunti dall’amore di Dio.
Dio stesso ci fa dono dell’amore come afferma S. Paolo: “questo amore di Dio in Cristo Gesù è stato largamente diffuso nei nostri cuori dallo Spirito Santo (Rm 5,5); un dinamismo che il Padre ci dona per mezzo del Figlio nello Spirito Santo, perché possiamo amarlo con tutto il cuore e amare il prossimo come noi stessi.
Nella Lettera enciclica “Deus Caritas est” ci si indica un “collegamento inscindibile tra amore di Dio e amore del prossimo. Entrambi si richiamano così strettamente che l'affermazione dell'amore di Dio diventa una menzogna, se l'uomo si chiude al prossimo o addirittura lo odia. L'amore per il prossimo è una strada per incontrare anche Dio e il chiudere gli occhi di fronte al prossimo rende ciechi anche di fronte a Dio”. E ancora: “L'amore cresce attraverso l'amore. L'amore è « divino » perché viene da Dio e ci unisce a Dio e, mediante questo processo unificante, ci trasforma in un Noi che supera le nostre divisioni e ci fa diventare una cosa sola, fino a che, alla fine, Dio sia « tutto in tutti » (1 Cor 15, 28)”.
Rinsaldiamoci anche nell’esortazione di S. Giovanni che ci invita ad amare non soltanto a parole, ma con i fatti e nella verità(1Gv 3, 18-24). E ogni gesto d’amore si compia nella gioiosa consapevolezza che siamo stati raggiunti dall’amore di Dio.