52.jpg

   

        

logo_s

Salto in... Dio! PDF Stampa E-mail
Scritto da fra Giuseppe Lanzellotti, OFMCapp   
Sabato 19 Settembre 2009 00:17
http://www.suorecappuccine.org/home/images/stories/news/giuseppe.jpg Estate è finita da un po’. E’ stata ricca di incontri, volti nuovi fra cui il volto di fra Giuseppe Lanzellotti, cappuccino della provincia di Puglia. Si definisce “saltatore” e lo è visto la passione che mette in tutte le cose che fa, nei rapporti che vive, nella preghiera, nel canto e nel ballo! Con tutto ciò testimonia quanto è importante fidarsi e lasciarsi portare verso la vera felicità – nelle profondità di Dio, scommettendo la vita su di Lui. Ecco, le sue parole semplici, appassionate e dirette…

 

 

TI FIDI DI ME?

“Ti fidi di me?”. Forse la ricorderete tutti come la battuta chiave di uno dei film più famosi della storia del cinema: siamo sulla prua di una nave che sta per affondare e Jack, il protagonista, tende la mano a Rose, la sua amata, ed insieme saltano giù. Sicuramente avrete tutti capito che sto parlando di Titanic; ma cosa centra questa pur avventurosa immagine con una storia vocazionale? Da sempre ho pensato alla mia vocazione come ad un grande salto, per farlo ci vuole un pizzico di pazzia, e di questa Francesco e i suoi seguaci in 800 anni di storia ne hanno dimostrata parecchia, ma soprattutto è una risposta alla domanda che Dio teneramente ti rivolge: Ti fidi di me?
E allora vai giù, ti tuffi senza reti, senza misure di sicurezza perché nel cuore sai di certo che troverai due grandi braccia di Padre pronte ad accoglierti.
A proposito dimenticavo le presentazioni, mi chiamo fra Giuseppe e sono un cappuccino della religiosa provincia di Puglia; come avrete immaginato quel salto io l’ho fatto e non me ne sono pentito! Sono passati ormai 5 anni da quando ho bussato alla porta del convento del mio paese per chiedere di fare un’esperienza di vita fraterna, ma prima di questo atto di coraggio quanti timori, quanta passione, quanti sogni… Immaginate il tipo: da dieci anni impegnato in parrocchia con molta soddisfazione in un gruppo giovanile di Azione Cattolica, circondato da un mare di amici che non hanno fatto mai mancare il loro affetto, laureato da poco in ingegneria gestionale, fidanzato da due anni con una ragazza speciale.. eppure mancava qualcosa! Avevo tutto quello che da sempre desideravo, ma ciò non riempiva il vuoto che sentivo nel cuore, perché in quello stato di vita non riuscivo a potenziare al massimo la mia capacità di amare! Gesù da sempre aveva posato lo sguardo sulla mia piccola persona e mi ha atteso finché non ho incrociato i suoi occhi e dopo quell’incontro non ho potuto più fare a meno di Lui. Frenate! Frenate l’immaginazione! Non pensate a visioni mistiche o ad apparizioni con tanto di aureola risplendente, anzi niente di tutto ciò..il mio incontro con Cristo è avvenuto nell’ordinarietà più assoluta, attraverso la sua Parola. Avevo sempre “maneggiato” la Scrittura per via dei miei impegni parrocchiali, ma un giorno durante un corso di esercizi spirituali, mi sono reso conto che lì incontravo una Persona, un Amico che parlava proprio a me, che mi guardava con una tenerezza infinita e mi attendeva per propormi di stare sempre con Lui. Da allora la mia vita è cambiata, sono nati in me desideri nuovi, bisogni a cui prima non pensavo e si è stravolta la classifica di tutto ciò che ritenevo importante, perché allora più che mai sentivo come “una sola è la cosa necessaria”.Dio non mi ha lasciato mai solo, attraverso la sua Parola mi ha guidato fino alla punta di quella nave, mi ha teso la mano e mi ha chiesto di fidarmi di Lui.
A voi che state perdendo qualche minuto del vostro tempo prezioso a leggere queste due righe sgangherate chiedo di lodare Dio per il dono della vita consacrata, di pregare per tutti quei fratelli e sorelle che si sono fidati e hanno fatto il grande salto e infine, se qualcosa della mia storia ha delle affinità con la vostra, se anche voi vi siete sentiti accarezzati dallo sguardo di Dio e siete ancora indecisi se buttarvi o no consiglio: afferrate quella mano tesa con tutte le vostre forze e lanciatevi nel mare sconfinato dell’amore di Dio perché Lui non vi deluderà. Parola di un saltatore.

fra Giuseppe Lanzellotti. OFMCapp.