15.jpg

   

        

logo_s

Un saio che parla PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 04 Ottobre 2009 00:20
Francesco Dopo otto secoli di storia, Francesco continua ad essere voce chiara che ancora ha un messaggio di semplicità e di pace, di libertà e di letizia per il mondo attuale, questo perché la sua vita fu un chiaro e trasparente grido di Vangelo. Romano Guardini fa un preciso delineamento della santità di Francesco dentro la multiforme varietà della santità della Chiesa. "La sua caratteristica specifica - afferma - sta proprio in questo, che Egli è una memoria vivente di Gesù Cristo. Gli altri Santi rendono contemporaneo Gesù Cristo, riproducendone i tratti e traducendolo nel linguaggio della situazione in cui vivono, delle circostanze, del tempo e del luogo. Francesco fa molto di più: egli non traduce, ma rende presente Gesù Cristo; di modo che chi ha la grazia di incontrarlo s'imbatte direttamente in Gesù Cristo”.
Il suo stile di vita, nel distacco pieno dai beni terreni, ci conferma che la felicità non si raggiunge nel possesso dei beni, ma nell’abbandono fiducioso nelle mani amorose di Colui che è perfetta, eterna, assoluta bontà e unica e vera ricchezza incorruttibile.
Il suo messaggio ebbe e continua ad avere un ampio raggio di diffusione perché annunciato con il potente linguaggio dell’amore.
Ci aiuti Francesco, l’uomo diventato preghiera, ad abbracciare le vicende degli uomini della nostra epoca, i difficili problemi sociali, economici, politici, tutte le sofferenze dell'uomo di oggi, i suoi dubbi, le sue negazioni, i suoi sbandamenti, le sue tensioni, i suoi complessi, le sue inquietudini. Ci aiuti a tradurre tutto ciò in semplice e fruttifero linguaggio del Vangelo, affinché Cristo stesso possa essere "Via - Verità - Vita" per l'uomo del nostro tempo. Tutti coloro che seguiamo Cristo sulle orme di Francesco, sentiamo questo stesso anelito nel cuore perché è lo stesso vincolo di fraternità universale che ci unisce.