1.jpg

   

        

logo_s

Le Juniores, alle fonti della propria identità PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 04 Gennaio 2010 22:54
JunioresSERPELICE, Polonia Dal 26 al 30 dicembre a Serpelice, vicino a Biała Podlaska, in Polonia, si è svolto il nostro incontro di juniores. La principale guida è stato lo Spirito Santo e la Parola di Dio che abbiamo approfondito mediante la meditazione e l’adorazione davanti al


Santissimo Sacramento.
Ci ha accompagnato in questa strada fra Tomasz Regiewicz OFM Cap, itinerante da Katowice, che ci ha fatto le catechesi, celebrato l’Eucarestia, pregato con noi e pure ci ha fatto la condivisione della loro esperienza di vita itinerante, con Lui è venuto anche fra Paolo chierico della provincia di Cracovia.


All’inizio dell’incontro abbiamo condiviso le nostre ricerche sul quinto capitolo del nostro documento „Spirito e Missione” intitolato: „Sorelle donateci le une alle altre”. Questa è la strada dell’amore a Dio e al prossimo, del recirpoco servizio e accettazione. La nostra Madre Veronica diceva: „le contrarietà, le soffereze, le calunnie sono le più belle cose che esistono nel mondo, quando si accettano per amore di Gesù”


Nelle catechesi si è trattato tra altri temi, del mistero della Nascita di Gesù, nella grotta fuori della città, nella povertà, e dopo, la strada che lo porta alla crocifissione: fuori della città, poi fu messo nella tomba e avvolto in fasce. Questa strada di Gesù che ci ha fatto vedere il padre Tomasz, è strada d’amore, di rifiuto, strada che dobbiamo percorrere.


Gesù a volte ci „spoglia” per mostrarci la vera nascita di Dio e il Suo grande amore per noi. Abbiamo parlato pure dei temi che riguardano l’amore fraterno, l’unione reciproca, l’accettazione dell’altro così com’è, le nostre difficoltà e fragilità nella relazione con il prossimo. E’ la strada che ci indica Gesù, Lui è la luce che disperde le tenebre. Mi vengono in mente le parole di Madre Veronica: „il nostro pensiero, il nostro agire deve essere Gesù, per questo ci siamo fatte suore”.
La ricreazione è trascorsa tra canti natalizi e racconti di fra Tomasz dell’esperienza di vita nella comunità itinerante che ha come caratteristica l’abbandono nella provvidenza divina. Per me è stato un momento di riflessione sulla mia e nostra povertà.


L’ultima ricreazione dell’incontro è stata un tempo di fruttuosa condivisione della nostra meditazione della Parola, che penetra e guida verso Gesù e il suo grande amore.
E’ caduta la neve, dunque abbiamo fatto l’escursione e siamo andate in slitta. E non è mancato qualche piccolo incidente. Per me è stato una benedizione trascorrere un po’ di tempo con le sorelle. Madre Veronica ci sprona: „Usa sempre carità con tutti, la carità supera ogni altra cosa e ti forma un cuore d’oro”.

s. Justyna Biniecka

scorrendo l'album ci accompagna questa bella canzone, interpretata da fra Pacifico, ispirata al primo capitolo del Cantico dei cantici