10.jpg

   

        

logo_s

Missionari di Gesù PDF Stampa E-mail
Scritto da Sr Beata   
Martedì 28 Febbraio 2012 22:05
missionenicosia_mNICOSIA Dopo una esperienza della potenza e dell’amore di Dio Padre la nostra vita è cambiata, trasformata in Cristo; “non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me” (Gal 2,20) E’ dopo il battessimo nello Spirito Santo ricevuto come realizzazione della promessa da parte di Dio Padre, che diventiamo capaci di vivere nella Nuova Vita.  Queste sono state le ultime tappe della formazione dei giovani che stanno facendo un cammino spirituale con noi Suore e Frati Cappuccini. E’ giunta per noi l’ora di evangelizzare, con grande potenza rispondendo al invito di Gesù: “andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo …
E’ la nostra fede, che ci spinge a proclamare e testimoniare con la bocca, senza timore l’amore di Cristo scoperto nella nostra vita.

E’ proprio il dono ricevuto dello Spirito Santo che ha fortificato la nostra giovane missione e che nella sua ricchezza ci ha mandato a Nicosia(EN) nei giorni 25-26 febbraio per andare nelle strade di questo paese a testimoniare la nostra fede. Dopo aver ricevuto il mandato, presso il Convento dei Cappuccini, il giorno seguente siamo andati nelle scuole per parlare di Cristo e del suo Vangelo. “Non è infatti per me un vanto predicare il Vangelo, la necessità mi spinge, e guai a me se non predico il Vangelo…” (1Cor 9,16 )

Nel pomeriggio abbiamo accolto dei ragazzi nel Centro Giovanile, e abbiamo celebrato insieme l’Eucaristia, poi c’è stata la fiaccolata in onore di San Felice. Culmine della nostra missione è stata l’Adorazione "una LUCE nella notte" ad essa abbiamo invitato i giovani che stanno nella piazze, nei bar ecc… per trascorre un po’ di tempo con Colui che ci ha amato fin dall’eternità. Durante l’adorazione c’erano sacerdoti e suore disponibili per l’ascolto e le confessione.

missionenicosia_w

La nostra gioia era grande nel vedere tutti questi giovani che si riconciliavano con Dio dopo un lungo tempo di lontananza e anche nel vederli prima di andare a mangiare la pizza oppure a ballare, sono andati ai piedi di Gesù. Abbiamo sperimentato una gioia grande come quella dei settantadue discepoli che, tornando dalla missione dicevano: "Signore, anche i demoni ci obbediscono, quando invochiamo il tuo nome…" La fede cresce quando è vissuta come esperienza di un amore ricevuto e quando viene comunicata come esperienza di grazia, e poi quando la testimoniamo apre il cuore di coloro che ci ascoltano. E noi giovani della pastorale giovanile e vocazionale insieme con le Suore e Frati ci impegniamo a vivere ciò che abbiamo proclamato con la nostra bocca.
Pace e bene
Sr Beata