27.jpg

   

        

logo_s

In comunione fraterna ed ecclesiale PDF Stampa E-mail
Scritto da Suor Bernarda   
Mercoledì 01 Agosto 2012 15:52
incomunione_mROMA Nello spirito di fraterna comunione, sono stati tanti i messaggi ricevuti in occasione del nostro XIV Capitolo Generale Ordinario, vogliamo farvi partecipi dei benevoli auguri che alcuni di questi messaggi contenevano. Il Ministro Generale dei Frati Minori Cappuccini così si è espresso: “Celebrare un evento di questo tipo è celebrare in maniera  visibile la grazia del carisma francescano: la fraternità, comunione visibile, nella certezza della presenza di Cristo. Il primo passo da fare per bene celebrare il Capitolo lo indica San Francesco: “Inclinate l’orecchi del cuore et obbedite alla voce del Figlio di Dio. Custodite nelle profondità di tutto il vostro cuore i suoi precetti e adempite perfettamente i suoi consigli” (FF 216).

"La forza dello Spirito Santo vi guidi perché il vostro cuore si armonizzi con il cuore di Cristo, per essere presenza nel mondo. Presenza discreta, quasi nascosta che non si impone, ma che proprone uno stile di vita. Tu sei umiltà, esclama nelle lodi di Dio altissimo, Francesco, cogliendo prima di altri che l’umiltà di Dio è la persona di Cristo, non è semplicemente una virtù, ma una vita intera spesa per gli uomini e per la creazione intera”.

E concludeva: “La Vergine Immacolata e il serafico padre San Francesco vi accompagnino nel compiere con fedeltà i passi che lo Spirito del Signore ci suggerirà".

Con preghiera fiduciosa e fraterna vicinanza il Ministro Provinciale di Messina si è rivolto alla nostra assemblea capitolare: “Il Capitolo è sempre un evento di grazia, un “momento forte” che bisogna vivere con apertura e docilità allo Spirito” e proseguiva: “Il tema scelto per i vostri lavori capitolari è segno di grande apertura allo Spirito. La domanda sulla vita e missione del vostro Istituto, oggi, è di vitale importanza. Come è altrettanto importante riflettere sulla dimensione apostolica ed evangelizzatrice della Vita Consacrata”. E ancora: “La nuova evangelizzazione passa attraverso la strada del cuore. L’unica strada convincente è il far tacere le labbra, per dare voce alla testimonianza d’amore, come hanno fatto Francesco e Veronica i vostri fondatori e maestri di vita”.

Monsignore Stanislav Zvolenský, Arcivescovo Metropolita di Bratislava, mentre impartiva a tutte noi la sua paterna benedizione ci rivolgeva queste parole: “Il tema vita e missione del nostro Istituto e nuova evangelizzazione che avete scelto in sintonia con il prossimo sinodo del Vescovi segna una strada da percorrere che appare tanto bella quanto faticosa. Sono certo che con l’aiuto del Signore sarà possibile progredire e, pur non potendo toccare con le proprie mani il traguardo, vi sosterrà la speranza quale fonte inesauribile di forza sempre nuova”.

Molti altri Vescovi delle diocesi dove siamo presenti e sacerdoti ci hanno assicurato la preghiera e ci hanno animato a continuare, con umiltà e carità, il nostro cammino sulle orme di Francesco Maria Di Francia e Veronica Briguglio che non mancheranno di intercedere per noi in questa circostanza e sempre, perché il carisma a Loro dato dallo Spirito continui a vivere nella storia.