15.jpg

   

        

logo_s

Discepolo felice

Ho bisogno di te per crescere nella fede PDF Stampa E-mail
Scritto da Sr Beata   
Lunedì 23 Aprile 2012 22:21
gesu_mNICOLOSI Nel nostro percorso spirituale cioè nella nuova vita che abbiamo cominciato attraverso i nostri ritiri sperimentiamo che non basta nascere dallo Spirito Santo. “…voi dovete nascere dall’alto. Il vento soffia dove vuole, senti il suo sibilo, ma non sai donde viene né dove va. Cosi  è chiunque è nato dallo Spirito” (Gv3,7-8 )
Tutti quelli che hanno ricevuto lo Spirito Santo con i suoi frutti, doni e carissimi hanno bisogno di un ambiente nel quale il seme della Vita Nuova possa svilupparsi e crescere fino alla perfezione di Cristo.
Comunità cristiana, cioè Chiesa di Dio, è stato il tema della nostra riflessione con i giovani provenienti da tanti luoghi, tutti riuniti il giorno 22 aprile a Nicolosi (CT).

La comunità la vediamo come un ambiente dove possiamo crescere nella fede cristiana. Perché tanti giovani dopo che nascono dallo Spirito Santo cioè dopo la cresima si perdono o si fermano?
Forse perché non si ricordano che solo nella comunità si può crescere e in essa si può perseverare nella vita nuova di Cristo.
Se vogliamo perdere tutto questo che Dio ci ha dato basta che ci separiamo dai fratelli e vivremo senza comunità e cosi perderemo tutto.
Invece noi vogliamo seguire l’esempio dei primi cristiani che: “erano assidui nell’ascoltare l’insegnamento degli apostoli e nell’unione fraterna, nella frazione del pane e nelle preghiere. Tutti coloro che erano diventati credenti stavano insieme e tenevano ogni cosa in comune.” (At 2,42)

Dio è comunità d’amore e partecipando alla vita della Chiesa con la partecipazione all’Eucaristia domenicale, vogliamo testimoniare e proclamare nella nostra giovane età che Cristo è la nostra Pasqua e Signore di tutta la nostra vita.

Mi piace aggiungere la riflessione di una ragazza Alicee:
“ La buona catechesi sostenuta dalle suore e dai frati, sulla Chiesa che è come un albero conformato da diversi rami. Se un ramo si secca, si spezza, si rompe in modo facile cosi accade a noi, se ci distanziamo dalla comunità; allora abbiamo bisogno l’uno dell’altro per crescere e questo avviene nella comunità. Pensiamo a cosa fanno le laboriose formiche tutte riunite e cos’è che le distingue? A mio avviso: perseveranza e costanza anche di fronte a gli ostacoli che affrontano! Dio ci ama con un amore stabile e incondizionato- gratuito, ci ha chiamati per essere suoi figli- famigliari di Dio e aggiungo “voi non siete più stranieri né ospiti ma siete concittadini dei santi e famigliari di Dio”. (Ef 2,19)

Ricordiamoci che siamo fratelli quando siamo legati dallo e allo stesso vincolo spirituale e vocazionale”

Alla fine abbiamo tutti insieme costruito un puzzle con l’immagine di Cristo: “come infatti il corpo, pur essendo uno, ha molte membra e tutte le membra, pur essendo molte, sono un corpo solo, così anche Cristo. E in realtà noi siamo stati battezzati in un solo Spirito per formare un solo corpo”(1Cor12,12-13)

O Dio che da ogni parte riunisci i giovani per lodare il tuo nome, concedi a loro e a tutti i tuoi figli, nati a nuova vita nelle acque del battessimo e animati dall’unica fede, che possano rimanere nel tuo amore.
Sr Beata