10.jpg

   

        

logo_s

Nella Chiesa Santa, Cattolica e Apostolica PDF Stampa E-mail
Domenica 24 Febbraio 2019 22:00

sanp_pLa conclusione del nostro XV Capitolo Generale Ordinario, non poteva compiersi in un luogo più adatto: presso la tomba dell’Apostolo che Gesù ha designato come Roccia su cui poggia la Sua Chiesa. Nella fredda mattina di sabato, siamo partite presto da casa per recarci alla Basilica di San Pietro, il cui colonnato ci veniva incontro stringendoci in un abbraccio ecclesiale.


sanp

 

Tre passaggi del Vangelo sono stati sottolineati durante la celebrazione da Don Pietro Antonio:

 

Il primo: La Trasfigurazione accade in un contesto di preghiera; la luce avvolge i tre mentre pregano e Pietro desidera restare lì a lungo per continuare a pregare.

Il lavoro che abbiamo portato a termine non può avere traguardo più grande, né per le singole persone, né per l’Istituto, se non quello di unirsi al Signore e da Lui lasciarsi illuminare per poi trasmettere la luce ricevuta.

 

Il secondo passaggio: Gesù nella Trasfigurazione ha fatto risplendere la vita.

Ognuno di noi, al di là delle apparenze, porta la vita di Dio, porta Dio stesso. Il nostro compito è di fare risplendere la vita in noi e in quelli che ci stanno accanto. Nel lavoro di revisione delle Costituzioni siamo state capaci di far risplendere la vita perché siamo riuscite ad andare oltre i limiti umani, per cogliere l’essenziale che resta plasmato negli articoli delle Costituzioni e del Direttorio.

 

Il terzo passaggio: Contemplare nella Trasfigurazione la bellezza di Cristo che è velata dalla passione. Mentre noi volevamo vedere un Dio divino, Lui ci ha fatto vedere un Dio umano.

E’ possibile scoprire la bellezza nascosta dentro la storia. La scommessa della vita fraterna è questa: incontrare i frammenti della nostra storia e saperli collocare nel tutto. E il Signore benedica questa “avventura” portata a felice compimento!

Così sia!